Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Premio H D’oro

Il Prestigioso “Premio H D’oro” della Fondazione Hruby all’Amp Porto Cesareo per il Progetto “Torri Vedette della Legalità”  

Dettagli della notizia

Nel corso di una solenne cerimonia svoltasi a Venezia nei giorni scorsi presso la Fondazione Giorgio Cini nel magico contesto del Cenacolo Palladiano, presso l’Isola di San Giorgio., l’Area Marina Protetta Porto Cesareo si è aggiudicato un prestigiossimo riconoscimento internazionale: il premio “H D’oro” conferito dalla Fondazione Hruby al progetto di videosorveglianza realizzato nell’Amp dalla ditta Selcom, per conto del Consorzio di Gestione AMP Porto Cesareo con i fondi PON Sicurezza 2007-2013. Un grandissimo risultato che fa dell’Amp un fiore all’occhiello del Salento e della Puglia sia in termini di attività svolte sul territorio sia di progettualità pianificate programmate e realizzate per sostenere tutelare e salva. Ma che cos’è il premio H D’oro. La Fondazione Hruby, che lo ha voluto, si pone come obiettivo la protezione e la salvaguardia del patrimonio culturale italiano e si premiano realizzazioni selezionati da una giuria presieduta da Enzo Hruby, e composta da Gianni Andrei, Presidente di AI.PRO.S.- Associazione Italiana Professionisti della Sicurezza, Stefano Bellintani, Docente al Politecnico di Milano - Dipartimento BEST, Federica Rossi Gasparrini, Presidente Nazionale Obiettivo Famiglia – Federcasalinghe, e Armando Torno, editorialista del Sole 24 Ore. Da evidenziare che tra le ben 366 candidature e le 209 partecipanti, solo 13 si sono però aggiudicate l’ambito “H D’oro” nelle diverse categorie a disposizione e tra queste due sole Pugliesi: nella categoria Beni Culturali Ecclesiastici ha vinto la società Tecnoimpianti Pizzolorusso di Andria per un avanzato sistema di videosorveglianza per la Cattedrale di San Sabino a Canosa di Puglia (BT) e nella categoria Infrastrutture e Servizi l’Area Marina Proteta Porto Cesareo per la messa in sicurezza della stessa Amp attraverso il progetto “Torri Vedette della Legalità” realizzato dalla Selcom.

Torna a inizio pagina