Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.

Riunione operativa Amp Capitanerie di Porto, per contrastare la pesca anti frodo

Dettagli della notizia

Un’importante riunione tecnica si è tenuta nelle scorse ore presso gli uffici dell’AMP Porto Cesareo. Alla presenza del Comandante C.F. (CP) Attilio Maria Daconto della Capitaneria di Porto di Gallipoli, del Capo Servizio Operazioni della Capitaneria di Porto di Gallipoli T.V. (CP) Mirco Negro e del Comandante dell’Ufficio Locale Marittimo Torre Cesarea C°1^Cl NP Colazzo Massimiliano è stata pianificata l’intensificazione dei controlli nell’Area Marina Protetta Porto Cesareo per porre contrasto della pesca di frodo, anche mediante un maggiore e più efficace impiego del sistema di video sorveglianza in funzione nella riserva. Grazie ad una convenzione nazionale ed a un accordo di collaborazione locale tra l’Area Marina Protetta Porto Cesareo e la Capitaneria di Porto di Gallipoli è stato stilato un fitto calendario di attività nella riserva marina, volte a sensibilizzare i fruitori e sanzionare i trasgressori. L’enorme pressione antropica nei mesi estivi nell’Area Marina Protetta Porto Cesareo richieste un impegno umano e tecnologico di elevato spessore per garantire sicurezza ai bagnanti e tutela dell’ecosistema marino.

Dichiarazione del Presidente dell’AMP Porto Cesareo Remì Calasso: “Grande apprezzamento per la fattiva opera prestata, nella persona del Comandante C.F. (CP) Attilio Maria DACONTO, nei confronti dell’Area Marina Protetta Porto Cesareo, sempre attento ai valori della tutela dell’ambiente marino”

Torna a inizio pagina